Canale reclami, presto il quarto link legale delle reti

Negli ultimi anni, tutti i siti web hanno incorporato, per imperativo legale, tre link in fondo alla pagina:

  • Avviso legale / Condizioni d’uso
  • politica sulla riservatezza
  • Politica sui cookie

Il primo, lo abbiamo visto su tutti i siti web per molto tempo, gli altri due sono stati implementati secondo la LOPD/GDPR che hanno imposto il rispetto delle normative sulla privacy dei dati.

Dopo un periodo di margine di adattamento, l’Agenzia per la protezione dei dati personali inizia a imporre sanzioni significative alle aziende che ignorano le normative. Senza andare oltre, in questi giorni è uscito al pubblico una multa di 5 milioni di euro a BBVA a causa del mancato rispetto delle norme sulla protezione dei dati.

I problemi di protezione dei dati hanno iniziato a essere perseguiti negli ultimi due anni e Le delibere giornaliere sono consultabili sul sito APD .

Con l’approvazione della Direttiva Europea 2019/1937 sul Whistleblowing, l’intera amministrazione pubblica, ma anche le aziende con più di 50 dipendenti o più di 10 milioni di euro di fatturato, saranno tenuti a disporre di un canale di denuncia a partire dal 2021. Alcune aziende hanno già un canale etico, ma molte volte è molto nascosto.

Riteniamo che la Direttiva Europea e il suo recepimento spagnolo finiranno per generare un quarto link legale su tutti i siti web aziendali, il “Canale Reclami” per conformarsi in modo trasparente a queste normative e alle possibili sanzioni che possono essere imposte.

Nel ithiki Abbiamo creato per te un canale di reclamo semplice, facile da installare e conforme ai requisiti legali. Puoi prova da qui o richiedi una demo online .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.