Perché è consigliato un canale di segnalazione in outsourcing?

Il canale reclami/canale etico sarà presto obbligatorio per le aziende con più di 50 dipendenti, ma anche per gli enti pubblici. La nuova direttiva UE 2019/1937, del 23 ottobre, rende obbligatoria l’introduzione di un canale di reclamo prima di dicembre 2021, anche se le aziende più piccole con meno di 200 dipendenti hanno un margine leggermente maggiore.

Il canale dei reclami è il meccanismo di controllo per garantire il rispetto del codice etico e del rispetto stabilito in ciascuna organizzazione. Fondamentalmente consente a una terza parte correlata all’organizzazione di segnalare una violazione per aiutare l’azienda ad analizzare la notifica o il reclamo e agire se lo richiede.

Uno dei punti importanti della direttiva è la possibilità di effettuare segnalazioni in forma anonima per garantire che la persona che segnala la violazione non venga danneggiata.

Per ottemperare al requisito dell’anonimato, è consigliabile utilizzare una piattaforma gestita da una terza parte che consenta lo scambio di informazioni senza rivelare i dati personali del denunciante. La piattaforma in outsourcing, da un lato, dovrà generare maggiore fiducia nel denunciante e, dall’altro, agevolerà l’intero processo di gestione al compliance manager dell’impresa appaltatrice.

ithikios è un canale di segnalazione anonimo che funziona in cloud, con modalità software as a service/saas. Non necessita di installazione sui server della ditta appaltatrice ed in poche ore è pronto a soddisfare i requisiti delle nuove normative in modo semplice, veloce ed efficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.